Shopping Cart
Your Cart is Empty
Quantity:
Subtotal
Taxes
Shipping
Total
There was an error with PayPalClick here to try again
CelebrateThank you for your business!You should be receiving an order confirmation from Paypal shortly.Exit Shopping Cart

STUDIO PROGETTAZIONE ING. MADEO

via Garibaldi 18 - Varedo

Nome azienda









Il mio blog

Blog

Cambi d’uso, sempre dovuti gli oneri di urbanizzazione

Posted on March 7, 2013 at 3:52 PM Comments comments (15)
Cambi d’uso, sempre dovuti gli oneri di urbanizzazione
Col maggior carico urbanistico deve essere pagata la differenza tra prima e seconda destinazione
12/12/2011 - Devono essere pagati gli oneri di urbanizzazione per il cambio di destinazione d’uso che, pur essendo effettuato senza nessuna opera edilizia, implica un aumento degli oneri sociali.
 
Si è espresso in questi termini il Consiglio di Stato che, con la sentenza 5539/2011, ha chiarito che bisogna pagare la differenza tra gli oneri di urbanizzazione connessi alle due destinazione d’uso.

Il CdS è intervenuto nel caso sollevato da un Comune che, dopo aver rilevato un cambio di destinazione d’uso, aveva richiesto il pagamento degli oneri di urbanizzazione.

Il cittadino aveva però obiettato di non aver realizzato nessuna opera edilizia a fronte del cambio di destinazione.

Il Consiglio ha però ricordato che il contributo è dovuto per ogni trasformazione edilizia che, indipendentemente dalla costruzione di eventuali opere, produca vantaggi nell’utilizzo dell’immobile.

Il CdS ha aggiunto che il cambiamento di destinazione d’uso tra due categorie funzionalmente autonome dal punto di vista urbanistico, determina un aumento del carico urbanistico e degli oneri sociali. È necessario quindi pagare il contributo concessorio, che deve comprendere anche il costo di costruzione.
 
PER INFORMAZIONI E PREVENTIVI CONTATTACI

CORSI DI FORMAZIONE DEI LAVORATORI

Posted on February 9, 2013 at 10:21 AM Comments comments (108)
LA FORMAZIONE IN BASE AI NUOVI ACCORDI
 STATO-REGIONI
 
Gli Accordi Stato-Regioni approvati il 21 dicembre 2011 (entrati in vigore il 26 gennaio 2012), disciplinano la durata, icontenuti minimi, le modalità della formazione e dell’aggiornamento dei lavoratori, dirigenti e preposti ai sensi dell’art. 37del D.Lgs n° 81/2008.
 
LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI
 
 
FORMAZIONE GENERALE 4 ORE PER TUTTI I MACROSETTORI.  
Può essere svolto in modalità e-learning
 
FORMAZIONE SPECIFICA Rischio Basso (4 h)Uffici e srvizi, Commercio,Artigianato, Turismo
Può essere svolta in modalità e-learning
 
FORMAZIONE SPECIFICA Rischio Medio (8 h)Agricoltura, Pesca, P.A., Istruzione,Trasporti,
                                                                    Magazzinaggio
 Può essere svolta in modalità e-learning     
                                                                                              
FORMAZIONE SPECIFICA Rischio Alto (12 h)Costruzioni , Industria alimentare,
                                                                     Tessile, Legno, Manifatturiero,Energia, Rifiuti, 
                                                                     Raffinerie, Chimica,Sanità,  Servizi residenziali
Può essere svolta in modalità e-learning
 
AGGIORNAMENTO 6 ore quinquennali per tutti i macrosettori di rischio.
Può essere svolto in modalità e-learning
 
La formazione prevista dai Titoli successivi al Titolo 1° del D.Lgs. 81/08 (macchine e attrezzature, DPI, M.M.C.,,videoterminali, sostanze pericolose, rischi fisici ecc.) è aggiuntiva rispetto a questa.
 
 
LA FORMAZIONE DEI PREPOSTI
 
FORMAZIONE PARTICOLARE AGGIUNTIVA 8 ORE
Possono essere svolti in modalità e-learning specifici contenuti per complessive 4 ore
 
AGGIORNAMENTO 6 ore quinquennali per tutti i macrosettori di rischio
Può essere svolta in modalità e-learning
 
 
 
 
LA FORMAZIONE DEI DIRIGENTI
La formazione dei dirigenti sostituisce integralmente quella prevista per i lavoratori
 
FORMAZIONE DIRIGENTI 16 ORE
 
La formazione è strutturata in 4 moduli formativi
Modulo 1 Giuridico - Normativo
Modulo 2 Gestione edorganizzazione dellasicurezza
Modulo 3 Individuazione evalutazione dei rischi 
Modulo 4Comunicazione formazione consultazione
 
Il corso può essere svolto in modalità e-learning
 
Prova di verifica obbligatoria con colloquio o test
 
AGGIORNAMENTO 6 ore quinquennali per tutti i macrosettori di rischio
Può essere svolta in modalità e-learning
 
 
 
LA FORMAZIONE DEI DATORI DI LAVORO
Gli Accordi Stato-Regioni approvati il 21 dicembre 2011 (entrati in vigore il 26 gennaio 2012), disciplinano anche la durata, icontenuti minimi, le modalità della formazione e dell’aggiornamento dei datori di lavoro per lo svolgimento diretto deicompiti del Servizio di Prevenzione e Protezione ai sensi dell’art. 34 del D.Lgs n° 81/2008.
 
 
RISCHIO BASSO (16 ORE) Uffici e srvizi, Commercio,Artigianato, Turismo
RISCHIO MEDIO (32 ORE) Agricoltura, Pesca, P.A., Istruzione,Trasporti, Magazzinaggio
RISCHIO ALTO (48 ORE) Costruzioni, Industria alimentare,Tessile, Legno, Manifatturiero,Energia, 
                                                                 Rifiuti, Raffinerie, Chimica,Sanità, Servizi residenziali
 
La formazione è strutturata in 4 moduli formativi
Modulo 1 Giuridico - Normativo. Il corso può essere svoltoin modalità e-learning
Modulo 2 Gestione edorganizzazione dellasicurezza.
Modulo 3 Individuazione evalutazione dei rischiIl corso può essere svoltoin modalità e-learning
Modulo 4 Formazione econsultazione deilavoratori
 
AGGIORNAMENTO QuinquennalePossono essere svolti in modalità e-learning
Rischio Basso (6 ore) Rischio Rischio Medio (10 ore) Alto (14 ore)
 
CONTATTACI PER INFORMAZIONI E PREVENTIVI DI CONSULENZA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO

VALUTAZIONE DEI RISCHI

Posted on February 9, 2013 at 9:30 AM Comments comments (5)
Sicurezza sul lavoro, dal Ministero la normativa aggiornata Tra le novità, le procedure standardizzate per la valutazione dei rischi
15/01/2013 - Il Ministero del Lavoro ha pubblicato sul proprio sito web il Testo Unico in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro coordinato con le disposizioni integrative e correttive del Dlgs 106/2009 e aggiornato alle ultime novità normative sullo stesso tema.
 
CONTATTACI PER INFORMAZIONI E PREVENTIVI PER INCARICHI RSPP ESTERNI E REDAZIONE DI DVR

Il corposo documento (scarica il testo) contiene le ultime novità in materia di sicurezza sul lavoro, come il DM 30 novembre 2012 che introduce le “procedure standardizzate per la valutazione dei rischi” (leggi tutto), ai sensi dell’articolo 29 comma 5 del TU Sicurezza sul lavoro, come modificato dalla Legge di Stabilità 2013 (Legge 228/2012).

Nel testo sono evidenziate le modifiche e le integrazioni apportate al Testo Unico (Dlgs 81/2008) dal Dlgs 106/2009; in particolare in rosa scuro le disposizioni sanzionate con la pena alternativa dell’arresto o dell’ammenda, in marrone chiaro quelle sanzionate soltanto con un’ammenda e in giallo le disposizioni punite con sanzione pecuniaria amministrativa.